L'INDISPENSABILE PER DIVENTARE MAMMA

Indispensabile per la clinica

Un anticipo del parto di una o due settimane rientra nella norma, perciò quindici o venti giorni prima della data presunta sarà bene preparare la valigia da portare in ospedale per non essere colte di sorpresa dall'inizio del travaglio e nella confusione lasciare a casa metà delle cose che servono.

La degenza in ospedale durerà cinque o sei giorni e la valigia dovrà contenere il vestiario, per sé e per il bambino, sufficiente per questo periodo. Ogni ospedale ha le proprie regole e richiede cose diverse alla donna che va a partorire. Di solito durante i corsi di preparazione al parto vengono distribuiti dei fogli che elencano gli indumenti ed oggetti richiesti dall'ospedale.

In mancanza d'indicazioni precise, ecco un elenco standard, ovviamente integrabile secondo le proprie abitudini ed esigenze.

PER LA MAMMA

Di fondamentale importanza è la cartella clinica di maternità, contenente tutti gli esami fatti nel corso della gravidanza, necessari ai medici per valutare i fattori di rischio del parto (non dimenticare i documenti personali e il libretto sanitario).

PER IL BAMBINO

La maggior parte degli ospedali fornisce i pannolini e le fasciature necessari al bambino: sarà comunque meglio informarsi.

Per la permanenza in ospedale al bambino serviranno comunque magliette, camicine e qualche coprifasce. Se nell'ospedale è possibile il roaming in sarà bene portare due asciugamani di spugna morbida da usare solo per il bambino.

Indispensabile per la mamma

MySanity offre la possibilità di avere tutto l'indispensabile per diventare mamma: dalla camicia alle mutande, passando per le coppette assorbilatte e i reggiseni allattamento.

I prodotti indispensabili, per una più immediata individuazione, sono stati contraddistinti da un apposito bollino con la dicitura “indispensabile per la clinica”.